SAM Massagno Basket: Interviste: Renato Carettoni, responsabile Centro di Formazione Giovani Talenti


Friday, April 18
Renato Carettoni, responsabile Centro di Formazione Giovani Talenti

Renato, ci spieghi che cos’è il CFGT?

Si tratta semplicemente di un movimento giovanile che lavora secondo criteri di serietà, come si faceva
già nella SAM molti anni fa e si è sempre continuato a fare, guadagnando un’immagine di club che lavora
con e per i giovani. Swissbasketball ha fissato dei criteri per avere questo riconoscimento di club
formatore con label Swissbasketball. Quest’anno il nostro club ha allestito una struttura che rispetta
in tutto e per tutto questi criteri e quindi…eccoci qua come Centro di Formazione!


In pratica, quali sono i requisiti necessari e quale attività si svolge con questo programma?

Avere una squadra in Lega Nazionale; avere almeno 3 giovani che fanno parte dei quadri delle selezioni
nazionali giovanili, avere almeno 3 giovani che fanno (tra club, selezioni cantonali, selezioni nazionali,
allenamenti individuali con il club e a Tenero) un minimo di 400 ore di attività all’anno, dare spazio e
minuti ai giovani in prima squadra e altri dettagli… ma a grandi linee l’attività è questa.


Chi sono i giovani della SAM che partecipano al CFGT?

Dotta, Cufaj, Fridel, Twehues, Poretti, Rodriguez, Ranic, Ishiodu, Janosevic, Cugno. 


Quali sono i costi finanziari di questo progetto?

Non costa niente di più di quanto possa costare una normale attività in un movimento giovanile fatto seriamente.
La società ha fatto degli importanti sforzi per poter avere a disposizione uno staff tecnico di assoluto valore e
delle infrastrutture adeguate per poter mettere in pratica il programma. Inoltre sta sviluppando con risultati
interessanti l'aspetto fisico con degli strumenti specializzati proposti dal nostro preparatore atletico Marco Conti.
Abbiamo inoltre rilevato le statistiche di ogni partita per poter così avere dei riferimenti su aspetti da migliorare
o perfezionare.
Il costo sotto i vari aspetti come; tempo, impegno, finanze e dedizione a questo progetto è stato sicuramente importante.


Si possono già fare delle valutazioni su questo primo anno d’esperienza?

Sono globalmente soddisfatto: abbiamo rispettato i requisiti richiesti da Swissbasketball e da Swiss Olympic.
I giovani si devono abituare a lavorare tutti i giorni; alcuni sono entrati nella routine, altri si stanno
adattando. I giovani apprezzano la possibilità di avere allenamenti individuali che permettono loro di
migliorare la tecnica. L’intenzione è di intensificare decisamente questo aspetto che quest’anno è stato fatto
ma si poteva fare molto di più.


Come vedi l’evoluzione di questo programma nel futuro?

Bisogna crederci, riconoscere il grande valore a livello educativo e sportivo che ha e continuare con grande
entusiasmo e motivazione. Lo vedo molto positivamente e sicuramente i giovani vi partecipano con motivazione
vedendo possibilità di migliorare.


Infine, cosa rispondi a chi teme che così si portino via i talenti da atre Società?

C’è poco da rispondere! non è lo scopo di un centro di formazione fare queste cose. Certo che se si lavora bene
ci possono essere giovani di altri club che potrebbero essere interessati e non chiuderemo loro la porta in faccia.
L'importanza del centro di formazione è di lavorare con estrema cura sui dettagli sia di squadra ma soprattutto
individuali. Un talento dovrà essere sempre più seguito individualmente, permettergli di esprimere al meglio tutte
le sue qualità che vanno dagli aspetti tecnici, fisici e mentali.

Ma di questi aspetti ne parleremo prossimamente, infatti con la società sto preparando una rubrica dedicata esclusivamente al centro di formazione
con tutta una serie di informazioni. A presto con il CF.

Ciao Vecchio, grazie per il tempo che ci hai dedicato ed auguri per la tua attività.

I centri di formazione dei giovani talenti di Swissbasketball