SAM Massagno Basket: Interviste: Intervista a Fabrizio Rezzonico prima dell'inizio dei Play-Off

Thursday, March 27
Intervista a Fabrizio Rezzonico prima dell'inizio dei Play-Off

Coach, avete concluso la regular season con un eccellente bilancio di
19 vittorie e sole 3 sconfitte. Ti aspettavi un cammino così vincente?

Se devo essere sincero no, soprattutto dopo aver visto il girone d'andata,
se non avessimo fatto un salto di qualità in trasferta non credevo possibile
concludere il girone di ritorno con una solo sconfitta con un calendario di
partite esterne veramente toste (Neuchatel, Villars, Chene).
Merito dei ragazzi e della loro applicazione. Abbiamo decisamente aumentato
il rendimento in queste partite cio' che ha permesso di ottenere risultati importanti.

 
Quali sono stati i momenti più difficili rispettivamente i più esaltanti di
questa regular season?
 
Se possiamo parlare di momento difficile l'infortunio di Cory che ci
è costato le due sconfitte dell'andata mentre i momenti più belli a non
averne dubbio le partite di Neuchatel e Villars dove la squadra si è veramente
espressa ad alti livelli soprattutto difensivamente. Vincere e soprattutto con autorità su questi
2 campi era impensabile pensando alle sofferenze avute nelle 2 partite di andata al Palamondo.

Rispetto all'anno scorso la squadra ha avuto diversi cambiamenti, in
particolare il ruolo del rinforzo americano. Qual è stato l'impatto di Lewis nella
squadra?

Cory ha dato ordine alla squadra, ha dato velocità, difendendo e giocando in modo intelligente.
Un acquisto da molti considerato rischioso ma a conti fatti decisivo.
Un leader silenzioso ma fondamentale. Un ragazzo intelligente ed equilibrato.
Credo abbia responsabilizzato molto i giocatori svizzeri che si sono presi le giuste responsabilità
e sono sensibilmente cresciuti sia tecnicamente che mentalmente.

Le statistiche dicono:
- 19 giocatori utilizzati
- 5 giocatori in doppia cifra nei punti segnati
- miglior attacco di squadra (84.5 pti)
- 2.a miglior difesa di squadra (70.8 pti)
- prima nei recuperi di squadra (16.6 a partita)
- prima nelle valutazioni (95.3)
Sono cifre confortanti che necessitano un tuo commento:

Se confermati nei play offs potranno farci sognare.
Consapevoli comunque che inizia una nuova stagione e tutto si azzera.
E da domenica credo saremo tutti pronti e vogliosi di confermare la bella regular season.

La SAM Basket da quest'anno è anche centro di formazione riconosciuto
da Swissbasketball. Rispetto all'inizio della stagione come vedi i giocatori
under 19 e più giovani che hanno giocato in prima squadra?
 
Grazie al lavoro di Carettoni ed Aiolfi sono cresciuti nei fondamentali; grazie
alle loro presenze rotatorie in prima squadra sono cresciuti mentalmente;
qualcuno di loro ha già dimostrato di tenere il campo in Lega Nazionale.
Devono solo credere nel lavoro ed avere pazienza e fiducia.
Ascoltare i consigli dei loro coach e dei loro compagni navigati in LN.
La Sam ha in casa un movimento importante e da valorizzare, ma ci vuole
pazienza e non avere fretta di bruciare le tappe, il processo di crescita
è lungo e necessita progressi sia a livello tecnico che mentale.
La strada è ancora lunga.

Domenica iniziano i play-off. Si azzera tutto (o quasi)! Come vi siete preparati
per questo importante appuntamento?

Con la massima serenità convinti di dimostrare che i risultati ottenuti in regular
season non sono frutto del caso.
L'avversario assegnatoci dai quarti, Martigny, è tosto, si è rinforzato e soprattutto tre
settimane fa ci ha dato una bella lezione.
Siamo pronti ad affrontarlo consci della loro forza ma fiduciosi anche della nostra.
Con il massimo rispetto ma anche con la consapevolezza di giocarcela fino in fondo.

Il primo avversario è probabilmente quello più in forma del momento. Il Martigny
è reduce da un finale di campionato eccellente che gli ha permesso di agganciare
i play-off per differenza canestri sul Pully. Saranno appagati?

Penso che avranno tanta fame e soprattutto non hanno niente da perdere visto
che pensavano di dover giocare i play out a causa del disastroso girone d'andata.
Ma più che a loro dobbiamo pensare al nostro di gioco, saperlo imporre e con
il gruppo infondere immediatamente dubbi alla loro grande fiducia ottenuta dagli
ultimi risultati. L'errore più grande sarebbe quello di perdere energie pensando
troppo a loro ed alle loro qualità dimenticandoci quello che noi dobbiamo e
sappiamo fare ed imporre.

Ci puoi presentare brevemente l'avversario che ci ritroveremo domenica?

Il Martigny è una squadra che ha avuto molti problemi nella prima parte
della stagione, giocando senza straniero ma nel girone di ritorno si è rinforzata
con l'arrivo dal partner team Helios (LNAM) dell'americano Clay e del camerunese
Tindom. Hessami (nuovo pure lui.) ha potuto trovare nuovi equilibri alla squadra, la
quale ha infilato una serie di risultati positivi che oltre a dare molto fiducia a tutto l'ambiente
ha permesso una qualifica in extremis ai play offs.
Sarà la mina vagante di questo finale di stagione, è capitata a noi, dimostriamo di essere
all'altezza della situazione senza nessun timore o paura ma con il massimo della fiducia.
Sarà un quarto decisamente "caldo".
 

Durante il week-end di Pasqua ti abbiamo visto nello staff del Torneo SAM Basket
in particolare a Gravesano dove "controllavi" lo svolgimento delle partite.
Che impressione di sei fatto delle squadre ospiti, penso in particolare al Real Madrid
ma non solo!

Un'impressione certamente positiva che ci deve fare capire quanto ancora dobbiamo
fare nel nostro Paese per raggiungere il livello medio Europeo.
Il Real Madrid è stato impressionante, sia per la professionalità dimostrata, sia per
l'equilibrio tecnico della squadra dove tutti i 12 giocatori impiegati hanno dimostrato
quanto sia importante lavorare sui fondamentali e sulle situazioni semplici della pallacanestro.
Mai avevo visto una squadra scolari a questi livelli.

 
Per valutare in concreto le risposte di Coach Rezzonico non ci resta che andare tutti
al Palamondo domenica alle 17.30. La squadra è pronta, la società e il pubblico la
sosterranno!