SAM Massagno Basket: Interviste: Intervista di fine stagione al Presidente Luigi Bruschetti

Friday, June 17
Intervista di fine stagione al Presidente Luigi Bruschetti
 

Presidente, partiamo dal minibasket che ci ha dato un titolo cantonale:
Certamente un fatto molto positivo, considerata inoltre l'intera stagione dei ragazzini di Fabio Zali e Michele Vicari. Fabio non é nuovo a questi appuntamenti, segno che il nostro Minibasket é di qualità, a partire dal lavoro svolto nelle categorie Cuccioli e Pulcini. Per questo occorre considerare l'exploit della Squadra Propaganda anche come conseguenza di una buona precedente attività. Vincere contro Lugano di un punto, allo scadere, due ultimissimi tiri liberi sbagliati dall'avversario, con la nostra Squadra non propriamente favorita, il tutto esattamente come tre anni fa (un film già visto!) aumenta il valore del risultato e ne elogia le qualità caratteriali dei nostri ragazzini. Spero di vedere questo gruppo progredire, crescere e confermarsi in futuro anche nelle categorie superiori, visto che hanno mezzi e talento e ciò l'hanno ampiamente dimostrato.


Le squadre scolari, cadetti e junior sono arrivate alle Final 4, soddisfatto?
 Aggiungiamoci la Squadra Propaganda, che ha vinto. Significa essere ai vertici in ogni categoria. Intanto va sottolineato come la SAM Massagno sia stata l'unica Società del Cantone ad essere in grado di presentare una Squadra nelle finali di ogni categoria, già questo sarebbe sufficiente per un bilancio stagionale più che positivo.


Detto dal presente, più volentieri guardo al futuro.
La Squadra scolari, mantenendo parte dei propri ragazzi, il prossimo anno ha le carte in regola per fare ancora meglio, arrivando da "sotto" un buon contingente di freschi Campioni Cantonali Propaganda.


Stesso discorso per la Squadra Cadetti che, avendo in rosa quasi tutti i Campioni Propaganda di qualche anno fa prima o poi deve forzatamente emergere, sarebbe per lo meno strano il contrario. Questi ragazzi hanno fatto pratica lo scorso Campionato, al primo loro anno della nuova categoria, il prossimo anno metteranno in campo, facendola valere, maggiore esperienza.


I ragazzi Junior, partiti quale Squadra messa assieme durante la scorsa estate in fretta e furia, é cresciuta parecchio nel corso della Stagione, giungendo in finale del Campionato Cantonale perdendolo di pochi punti contro il più quotato Lugano, nelle cui fila giostrano fior di ragazzi stabilmente presenti nella rosa della Squadra di Serie A. Al di là del punteggio di quella finale, vada rimarcato come a livello di gioco espresso i nostri ragazzi abbiano dimostrato di non essere per nulla inferiori ai cugini luganesi, anzi! Certamente lo scontro é stato perso a livello fisico, potendo loro schierare ben tre ragazzi di due metri (e più) d'altezza. Ottima l'ultima uscita Junior nelle semi-finali Nazionali, avendo perso di soli 4 punti contro il forte Renens. Quasi l'intero gruppo farà parte della Categoria Junior anche la prossima stagione, quindi potremmo attenderci ulteriori buone sorprese.


Torneo di Pasqua, anche quest'anno ha avuto un buon successo, sia agonistico che di pubblico.
Mi permetto di dire ottimo successo, sotto tutti i punti di vista. Un buon marchio di fabbrica massagnese, sintomatico dell'attività e della competenza del nostro Staff tecnico-organizzativo. Certamente tutto é sempre perfettibile, ma siamo già ora, con il Nostro Torneo Internazionale, ad altissimi livelli, e ciò ci é riconosciuto dall'esterno. Al Torneo fanno da contorno momenti formativi interessantissimi (vedi Clinic con Facchinetti e Sacripanti), segno che la "tre giorni pasquale massagnese" non é puramente finalizzata a riempire le casse della Società, come spesso, purtroppo (e lo si vede chiaramente), accade da altre parti, Svizzera Interna compresa. Il nostro investimento (anche finanziario) nel Torneo Internazionale é grandissimo, il ritorno d'immagine impagabile, l'esperienza offerta ai nostri ragazzi ancor di più.


La prima squadra, un bilancio come Presidente e Team Manager
Squadra neopromosa, mantenuta integralmente negli effettivi dell'anno prima, quinta classificata su 10 partecipanti, sconfitta di un sol punto nell'ultima partita di Playoff, pur con effettivi ridottissimi causa l'assenza di ben 3 lunghi (per un totale di oltre 6 metri, 2 operati, uno convalescente da infortunio) contro la Squadra che sale in Serie A... cosa dire di più? La Squadra al completo, che sarà riconfermata quasi in blocco, é ottima, giovanissima (con il ritiro di Almeyda e Regazzoni l'età media sarà inferiore ai 22 anni), inoltre un anno di esperienza in più sarà patrimonio importantissimo per i ragazzi. La stagione ha dato tante conferme, ma fa piacere aver visto la crescita dei giovanissimi (in primis Lo Jacono e Mazzolini) che hanno saputo guadagnarsi minuti e qualità strada facendo.


Attualmente la società dopo i festeggiamenti di fine stagione è gia al lavoro per la prossima stagione, quali sono gli obiettivi?
Il primo obiettivo é già stato raggiunto, consistente cioé nell'essere solo a metà giugno e aver già pronta la prossima stagione dell'intera Società, sotto tutti i punti di vista (e non é poco di questi tempi). Ogni Squadra con i suoi due allenatori, stabiliti orari e sedi per gli allenamenti, generosi effettivi per ciascuna Categoria, già preparati tutti gli appuntamenti per l'inizio dell'attività. Merito di ciò va dato sicuramente alla premura del nostro CT Patrick Manzan, che ha il solo difetto di essere canturino... Ora é presto per parlare di qualsiasi obiettivo, diciamo che l'importante é fare bene, se possibile ancor meglio dello scorso anno, e ne abbiamo le carte in regola.


Ci saranno anche delle possibili novità a partire dal nuovo ... Palamondo ...
Su questo si é scritto molto di più di quanto non si sia in effetti parlato. La nuova struttura sta crescendo ed é meravigliosa, si tratta di un vero palazzetto con 500 posti a sedere per il pubblico, con tutti gli annessi e connessi che un edificio di questo genere deve contenere. Una bella costruzione, simile per contenuti e tipologia ai palazzetti di Martigny o Birsfelden, per intenderci, probabilmente anche meglio. Oggi la Prima Squadra gioca alle Scuole Elementari di Breganzona, ottima soluzione con l'unico problema che non ci é possibile svolgere nemmeno un allenamento settimanale, quindi quando giochiamo "in casa", di fatto non abbiamo un reale vantaggio sugli avversari. Il vantaggio del Palamondo di Cadempino (che sarà ultimato entro fine


luglio) consiste nel riuscire con ogni probabilità ad effettuare un allenamento settimanale oltre alla partita del sabato. Ma tutto questo, giustamente, ha un costo, e non da poco. Ora, é noto come a Massagno, causa la fortissima presenza di Società sportive, sussista una carenza di spazi per l'attività, di palestre per intenderci. Se l'Ente pubblico locale, che sta veramente dimostrando con i fatti di essere molto vicino alle Società e ai giovani, si potrà far carico di questi oneri per far fronte ad una carenza strutturale sul nostro territorio (magari quale soluzione temporanea in attesa di qualcosa in più), allora potremo vedere la nostra Squadra al Palamondo, altrimenti vedo la cosa, almeno per il momento, impraticabile, risultando quest'onere troppo... oneroso per una singola Società sportiva, ciò andrebbe a condizionare sin troppo il budget stagionale.


Un giorno vedremo anche a Massagno un ... PalaSam ??
L'autorità comunale é ben cosciente delle necessità di tutto lo sport massagnese, non solo del basket, partecipando costantemente alle nostre attività e standoci vicina. Non mi meraviglierei se a medio termine si possa muovere qualcosa, la progettualità e l'iniziativa del Municipio di Massagno negli ultimi anni é stata ampiamente dimostrata, con investimenti importantissimi che, per ovvi motivi di priorità, hanno dovuto spaziare per ora in altri campi. Speriamo prima o dopo tocchi anche lo sport, certamente per noi é un sogno.


Per concludere alcuni "botta e risposta":


Monthey campione svizzero, meritato?
Io non sono un tecnico quindi non so rispondere, dico solo che Lugano Tigers ha a mio modo di vedere i migliori primi 6 uomini in assoluto del Campionato Svizzero. Con un po' di fortuna in più il Titolo Svizzero sarebbe tornato in Ticino.


Sav Vacallo campione LNB, meritato?
Senza alcun dubbio, ampiamente meritato.


Meglio la Sav in B o in A?
Per noi meglio in B, nel senso che un Campionato con il Derby é un'altra cosa, c'é più pepe, più interesse.


Starwings in A al posto di Vacallo, è giusto?
Neanche per sogno, perché Starwings non ha dimostrato assolutamente di essere la miglior Squadra del Campionato Cadetto. Certamente ha sempre creduto di esserlo, ma così non é stato, ed é stata ripescata solo grazie rinunce altrui e ai soliti e cronici giochi di prestigio permessi dagli strani e opinabili (e sempre, ogni anno, in mille modi interpretabili) regolamenti svizzeri. In questo senso il posto in A toccava alla SAV Vacallo e basta!

Milano in finale, fortunata?
Ma fammi il piacere ...