PALLACANESTRO BELLINZONA: Welcome

Tuesday, March 21

Parita dalle due facce, ma grande prova d'orgoglio

Partita dalle due facce diametralmente opposte, quella giocata a Pully dopo i primi due quarti, semplicemente inguardabili, nella ripresa le nostre ragazze hannoofferta una grande prova di orgoglio, che ha permesso loro di rovesciare le sorti dell'incontro. Altra nota positiva da registrare è stato l'esordio di Lyndi Laborn Thorman.

L'inizio dell'incontro è preceduto da un doveroso momento di cordoglio per il decesso, la sera precedente, di Nadèche Clément, giocatrice dell'Hélios VS Sion, ben conosciuta da tutte le ragazze in campo.

Sin dai primi minuti si capisce che non è giornata: se le vodesi iniziano a ritmo sostenuto, grazie in particolare ai canestri della topscorer Logan e della Ezzakraoui. Sul fronte bellinzonese invece regna calma piatta, con la nuova arrivata Laborn che cerca di inserirsi nel gioco e le altre che inspiegabilmente appaiono passive, imprecise in attacco e permissive in difesa. Nel primo quarto le padrone di casa mettono a segno ben 29 punti (probabilmente un recod) contro i 18 delle ospiti. Il secondo quarto non offre alcuna reazione, anche se il passivo è un po' meno pesante, di modo che le squadre vanno alla pausa sul 45-30. 

Nella pausa coach Bassani fa tremare i muri della Arnold-Reymon, e raggiunge il risultato voluto. Poste di fronte all'alternativa di rimediare una sconfitta cocente o di mostrare una reazione d'orgoglio, le nostre ragazze scelgono la seconda soluzione.

Il terzo quarto inizia su un piano di equilibrio, ma il livello del gioco bellinzonese migliora. Anche la Laborn beneficia di questo miglioramento e riesce a offrire il suo tangibile contributo sia in fase realizzativa che ai rimbalzi. 17-18 il parziale e ancora 14 punti di distacco all'inizio dell'ultimo quarto (62-48).

L'ultima frazione offre il meglio del gioco delle nostre ragazze, con una rimonta tutta fatta d'orgoglio, che permette di mettere a segno un parziale di 10-26 e ribaltare le sorti dell'incontro. Il recupero è progressivo, e coincide con un certo appannamento del Pully, che sembra a corto di fiato e di lucidità. A 5 minuti dal termine è di -8 (70-62), a 2 minuti e mezzo si arriva a -1 (70-69), mentre a 30 secondi dal termine Jenkins con due tiri liberi segna il sorpasso (72-73). A 8 secondi la Logan subisce il quinto fallo della Jenkins, ma in lunetta manca incredibilmente due tiri liberi e spreca la possibilità di riportare il Pully in vantaggio e vincere la partita. I pochi secondi restanti bastano a Franscella per andare a farsi far fallo e segnare il tiro libero che suggella il risultato finale.

Un partita nata molto male si è dunque trasformata in un successo sudato, ma per questo ancora più apprezzato, dovuto a una prova di orgoglio notevole, che ha rallegrato non poco lo sponsor che ha accmpagnato la squadra ed era presente sugli spalti.

 

Esperance sportive Pully - Bellinzona               72 - 74  (29-18; 16-12; 18-18; 10-26)

 Jenkins (24), Laborn (17), Sohm (11), Avila Lopez (8), N'Dombele, Ambrosioni, Franscella (14), Mossi.

 

 

 

s

 



Subscribe to this site